Il giardino in terrazza: liberate il vostro pollice verde!

1

Per tutti coloro che hanno sempre desiderato avere a disposizione un giardino in casa, oggi abbiamo la soluzione che fa per voi!

Ormai da tempo, infatti, soprattutto nelle grandi città dove lo spazio verde privato è ridotto drasticamente, o addirittura sparito, sono sempre di più le famiglie che coltivano piccole piante per uso domestico in terrazza o in casa. Una moda che, oltre a far bene alle proprie tasche, può diventare una interessante soluzione di design per dare quel tocco in più alla nostra casa.
Se siete interessati al’argomento, se un po’ di sano bricolage non vi spaventa, potete dunque continuare con la lettura e, mi raccomando, prendete appunti perché tutte le soluzioni che vi andremo a presentare sono facilmente realizzabili e sono tutte a costo zero!

Giardino verticale
Un sistema facile e economico per chi vuole aiutare l’ambiente e abbellire una parete esterna. Fonte: www.lagrandetestata.it

Prima di tutto serve una buona progettazione dello spazio e della tipologia di piante, o di verdura, che si intende coltivare. Ogni pianta ha le sue particolari caratteristiche, quindi pensate bene alla posizione in base all’esposizione alla luce del sole, se sono piante da interno o esterno e a quanta acqua hanno bisogno durante il giorno. Dopo aver determinato queste caratteristiche, si deve selezionare la tipologia di vaso e ricordate che il vaso è anche un arredamento per il vostro terrazzo, quindi attenzione alle forme e ai colori.

giardino_faidate_50_ideegiardinofaidate
Un classico esempio di giardino verticale su più livelli. Fonte: www.ideegiardinofaidate.it

Passiamo alle tipologie di piante da selezionare. Valutate tutte le caratteristiche climatiche del balcone, si potranno scegliere le piante più adatte. La scelta può avvenire abbinando tra loro piante aromatiche, ortaggi, piante floreali ed a foglia verde, da comporre tra loro per dare un tocco di colore allo spazio e per renderlo esteticamente attraente. Tra gli ortaggi si prediligono pomodori ciliegini e peperoncini (per un excursus sul mondo del peperoncino clicca qui), ma anche lattughe, solo se il clima è temperato. Sui balconi sempre più frequente è la coltivazione di piante da frutto, come la fragola o il limone. Tra le piante aromatiche sono sempre di moda l’alloro, la menta, il basilico e il prezzemolo. Tutte piante molto facile da gestire e che richiedono poco sforzo. Se si vuole pensare ad uno scopo ornamentale si possono coltivare azalee, ciclamini, edere, gardenie, gelsomini, primule, verbene e gerani.

giardino-sul-balcone_ecoo
Una idea sicuramente non tradizionale: un bancale in legno trasformato in una fioriera. Fonte: www.ecoo.it

Nelle zone del vostro balcone che più sono esposte al vento si possono posizionare piante rampicanti, utilizzando come supporto dei grigliati in legno.

Le piante aromatiche non dovrebbero mai mancare in terrazza perché possono sempre servire a condire cibi e ad alleviare piccoli fastidi ( leggi come rimediare alle scottature solari con le piante). Altra pianta da terrazzo è il semprevivo, una pianta grassa che sopporta fieramente il gelo invernale e il caldo estivo.

Insomma, la scelta è molto ampia ma dovete partire da alcuni punti fermi: la posizione del vostro terrazzo rispetto al sole e lo scopo del vostro giardino in terrazza. Chiariti questi due enigmi…la strada è in discesa e non resta che rimboccarsi le maniche!

Commenti Facebook
Condividi.

1 commento

  1. Pingback: Peperoncino: la sua coltivazione e la Scala di Scoville | Informazione naturale

Lascia una risposta

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE