Il melograno, il frutto di Ottobre

0

Il frutto che più rappresenta il mese di ottobre è senza dubbio il melograno. Presente fin dal’antichità nella zona del Mediterraneo fino al Medio Oriente, è sicuramente uno dei frutti più amati da chi è attento a consumare cibi di stagione. Il suo profumo e i suoi semi sono sia belli da vedere che buoni da mangiare.

Ma le note positive non si fermano alla bellezza estetica, infatti il melograno ha anche sorprendenti proprietà benefiche per il nostro organismo.

800px-Pomegranate02_edit

Un melograno aperto in due parti. Sono ben visibili i semi dal colore rosso rubino.

Il frutto infatti, è ricco di sali minerali come il potassio, zinco, manganese e fosforo. Si possono trovare anche tracce di zinco, manganese e rame, a cui azione è importante per la mineralizzazione dello scheletro e per la formazione di nuovi globuli rossi e di tessuto connettivo. Abbondanti anche le vitamine, in particolare A,B,C,E e K. Per avere un’idea sulla quantità basti pensare che per 100g di prodotto ci sono 20mg di vitamina C, essenziale per la sua capacità di prevenire e ridurre i sintomi del raffreddore comune

Ma quali sono le proprietà del melograno? In ordine sparso troviamo le proprietà astringenti date dall’acido gallico ed ellagico, proprietà antidiarroiche, date dai tannini e proprietà diuretiche date dai semi interni al frutto. Il suo consumo, effettuato in maniera regolare aiuta ad abbassare considerevolmente il colesterolo LDL e ad aumentare il colesterolo HDL (quello buono).

Il melograno ha inoltre proprietà vermifughe, molto utili contro il famoso verme solitario (Tenia solium), un parassita molto fastidioso dell’uomo. Grazie alla presenza di tannino (acido ellagico) il succo del melograno ha anche proprietà astringenti ed è quindi utile in caso di diarrea.

800px-Pomegranate_opened

Melograno aperto.

Data la presenza di flavonidi, potenti antiossidanti, sono utili per garantire l’ottimale funzionamento di fegato, sistema immunitario e capillari, il melograno ha anche proprietà antitrombotiche, antiallergiche e vaso-protettrici.

Sono invece ancora in discussione le proprietà antitumorali. Infatti, se da un lato è vero che il frutto è ricco di  acido ellagico, flavonoidi ed altre sostanze con proprietà antiossidanti che nel loro insieme collaborano in modo attivo nella cura di vari tumori ( prostata, pelle, seno, polmoni), non è ancora stato dimostrato che mangiare melograno aiuti a combattere realmente la formazione di tumori.

Tutti questi benefici non sono certo passati inosservati negli anni, ed è per questo che, fin dall’antichità, il melograno è stato simbolo di abbondanza e longevità. Gli antichi Greci lo associavano addirittura ad alcune divinità come Persefone ed Era.

In conclusione consigliamo di acquistare solamente frutta biologica certificata o, in alternativa, a km zero, accertandovi sempre che non siano stati utilizzati pesticidi o altre sostanze tossiche per la sua coltivazione.

Commenti Facebook
Condividi.

Lascia una risposta

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE