La ruota della medicina

0

La ruota della medicina viene utilizzata dagli indiani d’America come strumento di crescita. Per i nativi Americani la medicina ha una interpretazione più ampia da come viene normalmente concepita. La medicina viene intesa come completezza, integrità, perciò un guaritore è chi detiene i segreti dell’universo e riesce ad instradare l’individuo in un percorso di consapevolezza e di riunione con il tutto. Lo sciamano come viene inteso è un uomo di medicina che non porta guarigione esclusivamente all’uomo ma ha un ruolo portante per la cura dell’ambiente e dell’universo in generale. Questi “uomini sacri” vengono consultati dunque anche quando si vuol sapere se un determinato gesto è in armonia con i movimenti celesti.

Gli sciamani solitamente operano con erbe raccolte da una certa direzione con un determinato modo e con un certo atteggiamento mentale. Sostengono infatti che una pianta raccolta in modo non cerimoniale non farà guarire nessuno. Oltre ad operare con le piante gli sciamani fanno uso di cerimoniali e riti per dare potere ai loro gesti. La guarigione in questi contesti avviene con dei riti quale il fumare la pipa, il suonare musica sacra, l’assumere una certa pianta o semplicemente soffiando su un corpo.

La ruota della medicina

ruote24gLa ruota della medicina più conosciuta si trova nelle montagne del Big Horn in Wyoming risalente a circa 200-500 anni fà. In base al principio fondamentale dei nativi: “Come è dentro così e fuori” la ruota viene utilizzata come specchio che riflette la natura umana, dell’universo e del Grande spirito aiutando dunque a guardare e relazionarsi con ambiti difficilmente osservabili in altro modo.

Formato essenzialmente da una ruota con dei raggi questo simbolo rappresenta le principali direzioni sacre.  Tale raffigurazione è riscontrabile in quasi tutte le culture del mondo e rappresenta una sorta di mappa o bussola.

Per i nativi americani il Sud è dove risiedono le emozioni.  Il colore associato è il rosso e simboleggia la vitalità e la salute. E’ associato all’acqua simbolo della vita in quanto scorre e cambia adattandosi. Questa direzione viene chiamata anche “la via del bambino” , l’animale Totem è il topo.

Il corpo invece è situato ad Ovest il cui simbolo è la terra le cui caratteristiche sono la solidità e la stabilità del mondo materiale. È associato all’autunno e il suo colore è il nero che assorbe i colori. In questa direzione si è più connessi con i ritmi e le esigenze del corpo. L’animale Totem è l’orso Grizzly.

Il Nord è dove risiede la mente. Il colore associato è il bianco che somma tutti i colori della luce ed è pertanto simbolo di completezza, l’elemento principale è l’aria che porta con se il cambiamento. La fase umana è la vecchiaia, simbolo di saggezza e completamento. L’animale Totem è il Bisonte che si sacrifica totalmente all’uomo e gli fornisce ciò di cui ha bisogno.

L’Est è la primavera, è associato al colore giallo e rappresenta il fuoco o il sole. E’ dove risiede lo spirito,  simboleggia l’illuminazione e l’animale Totem è l’Aquila che riesce a guardare il sole ed avvicinarsi ad esso.

Potete approfondire l’argomento visitando: http://indianiamerica.it/cultura-indiani/ruota-medicina

Commenti Facebook
Condividi.

Lascia una risposta

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE