Oramai sembra certo: abbiamo tecnologie in grado di controllare il tempo…

0

Non c’è dubbio. Le scie chimiche sono sotto e sopra gli occhi di tutti ormai. La rete ne parla largamente già da un pò. I primi avvistamenti risalgono a quasi 20 anni fa negli USA, dopodiché, fino ad oggi il fenomeno si è allargato fino ad arrivare in quasi ogni Paese.

scie1Le scie chimiche sono scie di condensa rilasciate da aerei che hanno, teoricamente, il compito di irrorare i cieli di queste sostanze. Tali condense sembrano essere di molto differenti da quelle rilasciate da normali aerei di linea e sembrano rimanere molto più a lungo nel cielo, disperdendosi più lentamente. Seppur molte organizzazioni pubbliche sostengono che siano semplicemente normali scie di condensazione, molti studiosi invece affermano che aerei di linea non possono creare tali fenomeni, in quanto il loro piano di volo prevede altezze  differenti con conseguenti diversità ambientali.

D’altronde il Cloud Seeding è invece riconosciuto dagli Americani come tecnologia in grado di far piovere. Date uno sguardo a questi link… addirittura sembra esserci un bel business dietro..  BBC (http://www.bbc.com/news/business-26173279) . Alcuni siti si sono spinti ancora oltre e espongono le loro tecnologie al’interno di una sorta di catalogo http://www.weathermodification.com/cloud-seeding.php L’azienda in questione vanta collaborazioni con molti Stati, eccovi un elenco: http://www.weathermodification.com/projects.php

Infondo già nella 29°a edizione dei giochi Olimpici svolti a Pechino gli istituti di ingegneria cinesi avevano assicurato di intervenire in caso di pioggia. Già.. ma come?

Alla base di questa tecnologia c’è l’utilizzo dello Ioduro di Argento che “iniettato” dentro le nuvole è in grado di creare fenomeni di condensazione e pioggia. Altri minerali rilevati in queste scie sono il sale di Bario, l’ossido di Alluminio, Torio, Quarzo, Potassio e Magnesio. Probabilmente queste materie vengono utilizzate come modificatori di campi elettromagnetici, che tendono a caricare o scaricare elettricamente le nubi.

Oltre al fatto che nessuno è stato mai informato del fatto che questa irrorazione potesse avvenire sopra le nostre teste, c’è da dire che questi metalli, minuziosamente polverizzati, sono estremamente dannosi al nostro organismo. Infatti,come tutti i metalli pesanti, vanno a depositarsi nel nostro corpo, il quale difficilmente riesce poi ad espellerli. Tali sostanze, oltre che ad essere inalate, possono depositarsi sulle verdure che mangiamo o in tutti i corpi che stazionano in aria aperta.

Consigliamo periodicamente l’utilizzo di Zeolite, un particolare minerale di origine vulcanica che aiuta a drenare. Secondo i più recenti studi resi noti dal Professor La Manna dell’Università La Sapienza di Roma, un particolare tipo di questo minerale, la zeolite clinoptilolite sottoposta ad attivazione, riesce a diventare uno strumento utile per la depurazione del corpo umano da metalli pesanti, come riportato all’interno del sito http://salute33.com/le-propriet-della-zeolite-gli-effetti-sullorganismo-10212/. 

In alternativa si possono usare l‘argilla verde la clorellal’aglio e gli immancabili limone e curcuma.

 

Guarda il video di Attivo.tv sulle scie chimiche

 

Alcune fonti:

http://www.altrainformazione.it/wp/le-scie-chimiche-un-altro-enigma-del-cielo/

http://www.ilmeteo.it/portale/scie-chimiche-ora-ufficiale?refresh_ce

http://www.scientificamerican.com/article/cloud-seeding-china-snow/

http://sport.excite.it/pechino-e-pronta-a-cambiare-clima-in-caso-di-pioggia-N10890.html

Commenti Facebook
Condividi.

Lascia una risposta

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE