I saponi che non hanno le mani sporche

0

Bolla di saponeGuida passo passo all’utilizzo e alla preparazione di saponi e detergenti fatti in casa.  Parte uno, i detersivi per i piatti.

Vogliamo parlarvi di un tema che tocca certamente ognuno di noi: i saponi. Da quelli utilizzati per lavare i piatti a quelli per la casa, i pavimenti, le superfici…
Quanti detergenti usiamo nell’arco della nostra giornata? Cosa conosciamo dei prodotti che ci vengono proposti al supermercato? La qualità? Il prezzo? L’offerta? Sicuramente. Ma parlando delle caratteristiche chimiche solo alcuni di noi sanno quali composti stanno per usare o come abbinarli in modo che non si annullino a vicenda. Le sostanze che molto spesso vengono usate sono dannose al nostro organismo, c’è necessità quindi di usarle con criterio e rispetto. La nostra pelle inoltre si trova quotidianamente a contatto con tali composti e quindi assorbe le molecole petrolchimiche rimaste nei nostri vestiti o dal contatto con gli strofinacci.
Per questi motivi vi proponiamo di utilizzare un modello alternativo di igiene e pulizia, uno fondato sul rispetto della nostra salute e allo stesso tempo del nostro mondo.
Di seguito e nei prossimi articoli vi presenteremo alcuni metodi e preparati semplici ma efficaci ed economici fai da te!

Consigli per lavare le stoviglie a mano:

E’ importante usare il detersivo in maniera ecologica e sana. Molto spesso succede di lavare le stoviglie con il rubinetto aperto o di utilizzare una quantità non necessaria di detersivo, ecco alcuni consigli utili:

  • lavare i piatti utilizzando acqua calda, poiché lo sporco si stacchi meglio e l’unto si sciolga grazie alla azione del calore;
  • riempire una vaschetta apposita per lavare i piatti per non dover tenere spesso il rubinetto aperto;
  • versare il detersivo direttamente sulla spugna, pulire la stoviglia e risciacquarla con l’acqua della vaschetta, se dovesse servire altro detersivo versarlo solo sulla spugna;
  • usare l’olio di gomito, antico e saggio metodo che indica che i lavori fatti senza fatica non sempre sono i lavori fatti meglio!

Nello scegliere il detersivo privilegiare i prodotti 100% biodegradabili, in alcuni detersivi sono presenti dei fosfati, che causano maree verdi e soffocano laghi e fiumi, inoltre, per legge possono anche essere presenti tensioattivi nella misura massima del 10% del prodotto.

E’ utile pretrattare pentole incrostate, piatti con residui, lasciandoli a bagno nell’aceto o nel bicarbonato, rende molto più facile e veloce la pulizia e aiuta a risparmiare un po’ di detersivo.

Le pentole così pretrattate risultano sgrassate quasi completamente, soprattutto se si ha l’accortezza di dare una passata con una spazzolina per stoviglie, che stacca gli ultimi residui di cibo incollato.

L’ acqua di scolatura di riso e pasta è eccezionale per lavare i piatti, sia per l’amido disciolto in essa che per il calore, se la usate ancora calda. L’amido è un ottimo sgrassante.

 

Ricetta per detersivo ecologico piatti fai da te:

3 limoni, 400 ml di acqua, 200 g di sale, 100 ml di aceto bianco:

  • Tagliare i limoni in 4-5 pezzi togliendo solo i semi e mantenendo la buccia (è più facile se tagliate il limone a rondelle)
  • Frullarli con un mixer insieme ad un po’ di acqua e al sale. Per evitare intasamenti del filtro lavastoviglie, frullate a lungo e molto finemente la poltiglia
  • Mettere la poltiglia in una pentola, aggiungere tutta l’acqua e l’aceto e far bollire per circa 10 minuti mescolando, affinché non si attacchi. Quando si è addensato e raffreddato mettere in vasetti di vetro.

Questa ricetta funziona benissimo sia per lavare i piatti a mano, sia in lavastoviglie. Nel secondo caso fate semplicemente attenzione che sia ben frullato, senza grandi scorze di limone.

 

Commenti Facebook
Condividi.

Lascia una risposta

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE