Autore: Michele Cappannari

Naturopata ed insegnante di Tai Chi Chuan, Chi Kung e tecniche di riequilibrio energetico.

Oggi vi proponiamo un interessante video che aiuta a fare chiarezza sui movimenti del nostro pianeta rispetto al sole, alle stelle ed ai satelliti. Graficamente intuitivo e molto utile per chi vuole iniziare ad osservare il cielo! Continuate a seguirci nella nostra rubrica dedicata alle stelle! A breve pubblicheremo miti leggende e curiosità storiche sulle costellazioni maggiormente conosciute!

Leggi tutto

La cicoria è una pianta perenne dallo spiccato sapore amaro. E’ costituita principalmente da polifenoli, sostanze amare, acidi organici e fibre. Questa pianta presenta meravigliosi fiori azzurri molto ricercati dalle api. Come la maggioranza delle piante amare ha proprietà eupeptiche, ovvero è un ottimo rimedio naturale che stimola la secrezione gastrica favorendo la digestione attivando la coleresi stimolando il naturale flusso della bile verso l’intestino. Le sue fibre sono ricche di inulina e di futto-oligosaccaridi (FOS) che contribuiscono ad aumentare la microflora batterica intestinale. In sostanza questa diffusissima pianta favorisce la digestione ed è utile nelle dispepsie biliari, aiuta nella stitichezza nella sindrome…

Leggi tutto

Come conservanti artificiali gli antiossidanti vengono usati per impedire alterazioni ossidative come l’irrancidimento (tipico dei grassi e degli olii), l’imbrunimento (cui sono sensibili ad es. frutta e succhi di frutta) e le alterazioni dell’aroma che renderebbero il prodotto immangiabile. Queste alterazioni provocano molto spesso una perdita di valore nutritivo negli alimenti o formazione di composti chimici a volte dannosi. La più frequente alterazione è l’ossidazione degli olii che porta alla formazione di radicali liberi. Le alterazioni ossidative possono essere dovute all’azione dell’ossigeno, dell’aria, della luce, del calore e alla presenza di tracce metalliche o di attività enzimatiche. Molti antiossidanti sono…

Leggi tutto

I conservanti artificiali sono impiegati all’interno del prodotto o in superficie per la conservazione dello stesso. In questa categoria sono compresi gli antimicrobici, gli antiossidanti e le sostanze destinate principalmente ad altri usi ma aventi un effetto conservativo secondario. GLI ANTIMICROBICI Sono sostanze aggiunte agli alimenti allo scopo di evitare le alterazioni causate da microrganismi, impediscono le funzioni vitali dei microrganismi sia all’interno della cellula batterica, sia sulla membrana cellulare alterandone l’integrità. I metodi più antichi erano l’essiccamento, la salagione, la cottura e la bollitura. Si possono anche eseguire trattamenti fisici (refrigerazione, congelamento, pastorizzazione, sterilizzazione), fisico-chimici (affumicatura), chimici (con sostanze…

Leggi tutto

Continua la nostra rubrica sulle etichette alimentari. Oggi parliamo di emulsionanti ed addensanti! Gli Emulsionanti e addensanti: (da E400 a E495) servono a dare consistenza agli alimenti. Il loro impiego è finalizzato a mascherare l’assenza di ingredienti di base, quali carne e uova. E400 acido alginico, E401 sodium alginate, E402 potassium alginate, E403 ammonium alginate, E404 calcium alginate, E405 alginati, E406 agar-agar: le allergie a tali composti sono rarissime ma nell’intestino possono legarsi agli oligoelementi ed impedirne l’assimilazione. A dosi elevate possono avere effetti lassativi. Le sigle da E400 al E405 si trovano nei budini, nei gelati, nella maionese, nella birra e nei frappè. E406 si trova in…

Leggi tutto

Nel 2004 dei biologi dell’Università di Torino hanno scoperto che avvicinando un essere pericoloso, la pianta lo riconosce e mette in atto dei meccanismi di autodifesa in maniera sistemica. L’esperimento è stato fatto sul fagiolo di Lima. Non appena viene percepita  la saliva di un bruco mangiatore vengono attivati dei geni che sono in grado di fornire una risposta immunitaria davvero particolare. La pianta infatti inizia a produrre una sostanza volatile, una sorta di profumo che attira le vespe, nemici dei bruchi. Così facendo le vespe si avvicinano  iniziando a pungere i bruchi, liberando la pianta stessa dai suoi invasori. Interessante è anche che oltre a mettere in piedi questo meccanismo, la…

Leggi tutto

Ecco il primo articolo della Rubrica: “Impariamo a leggere le etichette”.  Di questi tempi è importante conoscere per potersi difendere, a tale scopo suggeriremo una serie di articoli che ci illustreranno come leggere le etichette dei prodotti alimentari.  Difendiamo il nostro organismo da sostanze nocive e soprattutto facciamo attenzione a cosa mangiamo! Quante volte, girando per i supermercati ci è capitato di vedere dei prodotti con un colore bellissimo… quasi fluorescente? Beh il merito è dei coloranti. Alcuni naturali, altri sintetici sono usati in moltissimi prodotti presenti nelle nostre diete al punto da essere definiti i cosmetici degli alimenti. Contrassegnati dalla sigla…

Leggi tutto

Non c’è dubbio. Le scie chimiche sono sotto e sopra gli occhi di tutti ormai. La rete ne parla largamente già da un pò. I primi avvistamenti risalgono a quasi 20 anni fa negli USA, dopodiché, fino ad oggi il fenomeno si è allargato fino ad arrivare in quasi ogni Paese. Le scie chimiche sono scie di condensa rilasciate da aerei che hanno, teoricamente, il compito di irrorare i cieli di queste sostanze. Tali condense sembrano essere di molto differenti da quelle rilasciate da normali aerei di linea e sembrano rimanere molto più a lungo nel cielo, disperdendosi più lentamente. Seppur molte organizzazioni pubbliche sostengono che…

Leggi tutto

Il calcio si trova nel corpo per il 99% nelle ossa ed il rimanente 1% nel sangue, nei tessuti e nel liquido extracellulare dove contribuisce alle contrazioni della muscolatura ed alle trasmissioni nervose. L’assorbimento avviene sia mediante il trasporto attivo dalla Vitamina D sia in modo non dipendente dalle vitamine, con l’assunzione di alimenti. La percentuale assorbita di Calcio varia in modo inversamente proporzionale, ovvero più se ne introduce, meno se ne assimila: le recenti ricerche dicono che l’apporto copre 1/3 del fabbisogno. Il calcio viene assimilato più facilmente in un ambiente acido  e se assunto insieme alla vit A…

Leggi tutto

Prima di parlare delle influenze fisiologiche dei campi elettromagnetici nel corpo umano è doveroso fare una piccola introduzione. I campi elettromagnetici sono dovuti a due forze principali, una elettrica e l’altra magnetica. Maxwell, Lorenz ed altri studiosi hanno potuto verificare come alla variazione del campo elettrico corrisponde una variazione del campo magnetico, e viceversa, ovvero queste due forze, nello spazio sono in relazione. Le cariche elettriche presenti, al contatto con delle forze magnetiche si mettono in moto creando appunto questo campo, che nel vuoto può propagarsi alla velocità della luce tramite onde. I campi elettromagnetici possono essere classificati in base alla loro rapidità…

Leggi tutto